Stacks Image 706
Stacks Image 716

Nel 1998, grazie all’interessamento e al lavoro della Prof.ssa Fiona Dalziel dell’Università di Padova, iniziò in via sperimentale il primo laboratorio di teatro in lingua straniera (inglese), seguito l’anno successivo da quello in lingua spagnola - in questo caso grazie al lavoro della Prof.ssa Carmen Castillo -.
Dal
2010 si è aggiunto un laboratorio in lingua tedesca (referente universitario Prof. Marco Rispoli), e nel 2012 è stato avviato un laboratorio teatrale in italiano rivolto agli studenti stranieri che frequentano l’Università di Padova, in particolare gli studenti ERASMUS.
Nel corso degli anni i primi laboratori sperimentali hanno sviluppato una forma più definita, e attraverso un lavoro sinergico con i Dipartimenti di L.L. Anglo-Germaniche e Slave e Lingue Romanze dell’Università di Padova, il T.P.R.-C.U.T. è stato in grado di strutturare un prodotto formativo complesso ed efficace, che offre molteplici possibilità agli studenti universitari che vi prendono parte.
Gli studenti possono scegliere se partecipare come attori, collaboratori alla regia, alla drammaturgia o come tecnici, costumisti, scenografi, ecc..
Non solo i laboratori sono riconosciuti e danno diritto a crediti, ma si consente agli studenti -offrendogli disponibilità e gli strumenti necessari - di strutturare la propria tesi di laurea sul tema del laboratorio teatrale (l’autore, il testo, la metodologia di messa in scena, ecc.).
I testi o gli autori da mettere in scena sono scelti da un gruppo di lavoro costituito dai docenti universitari che seguono il laboratorio e dal regista del T.P.R.-C.U.T., generalmente sulla base dei programmi di studi letterari.
La lingua (dizione, pronuncia, senso, ecc.) è curata costantemente durante il laboratorio, da docenti e/o lettori lingua madre, che seguono costantemente le prove e gli allievi, anche attraverso esercizi e mini “lezioni frontali”.
Grazie a questa attività laboratoriale, inoltre, viene offerta la possibilità agli studenti dell’Università di Padova che lo richiedono, di svolgere il proprio “stage universitario”, (dal 2012 sarà data possibilità anche agli studenti dell’Università di Verona).
Negli anni sono stati prodotti
27 spettacoli teatrali e esplorati altrettanti autori teatrali, dai classici ai moderni: “Don Chisciotte della Mancia” da M. de Cervantes, 2005; “Imagina” di J.R. Fernandez eY. Pallin, 2006; “Cristòbal y Perinplìn” omaggio all'opera di F. G. Lorca, 2007; “Tales from Ovid” da T. Hughes, 2003; “The Merchant of Venice” di W. Shakespeare, 2005; “The Duchess of Malfi” di John Webster, 2009; “Woyzeck” di G. Büchner, 2011.
Solo per citarne alcuni.

Info laboratori in fondo alla pagina

Stacks Image 714

Di seguito alcune tesi di laurea sui laboratori organizzati dal T.P.R.-C.U.T.:

- Fabio Palumbo: Facoltà di Lettere e Filosofia – Dip. di Lingue e Lett. Anglo Germaniche e Slave -, Corso di Laurea Triennale Discipline della Mediazione Linguistica e Culturale, Classe III. Tesina di Laurea:
El teller de teatro como instrumento de aprendizaje lingüìstico (“l'uso del teatro come strumento per l'apprendimento linguistico”). Il lavoro di tesi utilizza l'esperienza di laboratorio teatrale in lingua spagnola, tenuto dal T.P.R.-C.U.T., per verificarne l'utilità e il grado di miglioramento nell'uso della lingua da parte degli studenti frequentanti il laboratorio.

- Ilaria Innocenti: Facoltà di Psicologia – Laura specialistica in psicologia clinico-dinamica-. Tesi di Laurea:
Teatro vissuto: un modo comune con lo psicotico. La mia esperienza in una comunità terapeutica. Il lavoro di tesi utilizza in parte l'esperienza di laboratorio teatrale -in funzione terapeutica e riabilitativa- che il T.P.R.-C.U.T. tiene presso la Comunità “La Lanterna” di Abano Terme (PD).

- Sara Cescon - Corso di Laurea Triennale Discipline della Mediazione Linguistica e Culturale -:
Second Language Learning through theatre: pedagogical perspective on student productions of works by John Webster, Angela Carter e Francis Beaumont. Il lavoro di tesi utilizza l'esperienza di tre anni di laboratorio teatrale in lingua inglese, tenuto dal TPR-CUT.

Stacks Image 723

EVENTI CORRELATI

"Plot me no plots": theatre in university language teaching

Il 14 e 15 ottobre
2011 presso l’Archivio Antico del Palazzo del Bo (Università di Padova) si è svolto un importante seminario internazionale sul tema dell’insegnamento di una lingua straniera attraverso l’uso del teatro. La manifestazione è stata promossa e ideata dalla Prof.ssa Fiona Dalziel e dal Dipartimento di Lingue e Letterature Slave Anglo-Germaniche. Gli interventi “padovani” hanno riguardato principalmente l’esperienza laboratoriale del T.P.R.-C.U.T..
Il seminario ha dato l'opportunità ai partecipanti di condividere le loro ricerche, idee e esperienze pratiche nell’uso del “teatro in lingua” come strumento di istruzione universitaria, e, inoltre, di esplorare il rapporto tra teatro e programmi di lingua da un numero di prospettive differenti; riflettendo sul potere del linguaggio come mezzo per favorire l'apprendimento interculturale.
Tra gli oratori invitati: Lorna Carson, Trinity College (Dublino, Irlanda), Nicoletta Marini-Maio, Dickinson College (Pennsylvania, Stati Uniti), Elżbieta Szczawińska, Adriana Wojcieszyn University of Technology, (Wroclaw, Polonia), ecc..

Stacks Image 732

Info laboratori: i laboratori collegati all’Università iniziano generalmente a metà ottobre. Preceduti da incontri informativi presso la nostra sede o l’Università di Padova.
Generalmente: 1 incontro settimanale di 2 ore circa (gli orari e i giorni vengono definiti durante gli incontri pre-laboratorio).
Da ottobre a febbraio gli allievi apprendono alcune principali tecniche di recitazione , alla fine di questo periodo si inizia a lavorare sul testo (lettura, comprensione, analisi), poi si passa alla messa in scena. La dimostrazione di lavoro è generalmente a maggio/inizio giugno.
Per maggiori informazioni e per conoscere le date degli incontri 2013 scrivete a:
info@teatropopolare.org