Stacks Image 667
Fin dalla sua nascita il T.P.R.-C.U.T. si è caratterizzato per una grande attenzione e predisposizione all’organizzazione di eventi, rassegne, convegni, manifestazioni che coinvolgessero il mondo teatrale nazionale ed internazionale, con un’attenzione particolare verso la ricerca in tutte le sue forme.
Anche ora, nonostante siano passati più di quarant’anni, l’Associazione continua ad essere fortemente attiva nell’ambito organizzativo. Negli ultimi anni ha spesso collaborato con
l’Amministrazione pubblica di Padova nell’ideare e organizzare importanti eventi in ambito teatrale.
Alcuni dei più recenti e significativi:
- negli anni novanta il
T.P.R.-C.U.T. assieme a Teatrocontinuo, TAM Teatromusica e in collaborazione con il Comune di Padova, da’ vita alla manifestazione TEATRI POSSIBILI. Una grande stagione di teatro di ricerca che ha visto esibirsi, spesso per la prima volta nella nostra città, i protagonisti del teatro internazionale (Livin Theater, Eugenio Barba, Giorgio B. Corsetti, Marco Baliani, Marco Paolini, ecc.);
- il T.P.R.-C.U.T. ha sempre cercato di aiutare le nuove generazioni di artisti, e in questo senso sta la sua partecipazione e aiuto alla prima edizione del
FESTIVAL ITACA. Edizione del 2001, che tra gli altri ha ospitato Ascanio Celestini (per la prima volta a Padova) e una seguitissima (circa 1000 spettatori) serata/ dibattito tra Moni Ovadia e Massimo Cacciari;
- nel
2002, 2004 e 2006 organizza in collaborazione con la ULSS 16 di Padova la manifestazione BIENNALE TEATRO E PSICHIATRIA, Festival Internazionale del teatro attivo nel disagio psichico. In queste tre edizioni, che
anno visto migliaia di spettatori seguire con passione i vari eventi presentati, hanno portato i propri lavori decine di gruppi teatrali con attori affetti da disagio psichico, provenienti da diversi paesi europei ed extraeuropei (Sri-Lanka,
Stati Uniti, Germania, Francia, Belgio, ecc.). Ogni edizione veniva poi accompagnata da grandi eventi spettacolo come : Ascanio Celestini, Milva e Alda Merini sul palco del Teatro Verdi, ecc.
- nel 2005 co-organizza”PASOLINI QUALE EREDITA’” promossa dal Comune di Padova e Regione Veneto, AGIS Tre Venezie. Manifestazione in ricordo del grande artista ed intellettuale P.P. Pasolini. In questa occasione il T.P.R. ha presentato lo spettacolo originale “Monsieur Corneau” e ospitato Vincenzo Cerami che, in una serata ricca di emozione, assieme al regista Gigi dall’Aglio, ha raccontato la sua esperienza umana e lavorativa con P.P. Pasolini;
- nel
2005 assieme ad altre associazioni padovane ed al Comune di Padova, il T.P.R.-C.U.T. co-organizza, ed effettivamente da’ vita, al festival TEATRI DELLE MURA. La manifestazione che, come peculiarità, si svolgeva quasi interamente in luoghi specifici delle mura antiche e dei bastioni di Padova, aveva come propria vocazione iniziale quella di essere una vetrina della produzione teatrale padovana. Successivamente, grazie alle direzione artistica di Andrea Porcheddu il Festival ha iniziato a guardare alla scena nazionale e ha trasformato la città di Padova in un palcoscenico nazionale naturale, dove prendevano vita decine di eventi, da spettacoli teatrali a concerti, seminari, incontri, ecc.. Il T.P.R.-C.U.T. ha partecipato attivamente a tutte le edizioni del festival (dal 2005 al 2009), o con proprie produzioni oppure attraverso un impegno più organizzativo;
- Numerose le collaborazioni con i quartieri della città. In particolare con il
Quartiere 5, con cui da alcuni anni la nostra associazione organizza piccole rassegne teatrali (TQ5 - Teatro in Quartiere 5) indirizzate soprattutto agli abitanti del quartiere e che offrono la possibilità di vedere spettacoli teatrali ed eventi di alto livello culturale e di sicuro interesse a prezzi più che accessibili.
- Nella stagione teatrale 2010/2011 il TPR-CUT ha aderito al progetto CORTOCIRCUITO: realtà produttive che, attraverso uno scambio virtuoso di spettacoli, informazioni, ecc. riescono ad avviare e ravvivare un “mercato” teatrale troppo spesso chiuso entro circuiti “ufficiali”, poco inclini alla novità e alla ricerca, anche se “popolare”. Alcuni piccoli spazi teatrali del Veneto - Teatro a l'Avogaria (Venezia), Carichisospesi (Padova), Flat (Mestre), Fuoriposto (Mestre), Minimiteatri (Rovigo), Nova Cantica (Belluno), Teatro Popolare di Ricerca (Padova) - si sono collegati ad un circuito che porterà al pubblico spettacoli di qualità, altrimenti non fruibili in circuiti "ufficiali".
- Dal settembre
2010 collabora attivamente all’organizzazione di SGUARDI - Festival del Teatro Contemporaneo Veneto, promosso dall’Associazione PPTV (Produttori Professionali Teatrali Veneto, di cui il T.P.R.-C.U.T. fa parte) in collaborazione con la Regione Veneto e il Comune di Padova.
La prima edizione ha ospitato nell'arco di tre giornate presso il Teatro Verdi, il Teatro alle Maddalene, il
Teatro Studio (sede del T.P.R.-C.U.T.), il Cinema Teatro MPX e il Cinema Lux, ben 18 spettacoli: 15 proposti dagli organismi di produzione teatrale tra i più rappresentativi e 3 realizzati da compagnie emergenti. I progetti sono stati selezionati tra 166 domande di partecipazione pervenute ad un comitato artistico costituito dai registi Massimo Munaro, Daniela Nicosia, Pierantonio Rizzato (del T.P.R.- C.U.T.), Maria Cinzia Zanellato e presieduto da Andrea Porcheddu.
Stacks Image 665
Stacks Image 675
Stacks Image 684
Stacks Image 721
Stacks Image 743