Chi siamo

Il Teatro Popolare di Ricerca è stato fondato a Padova nel 1964 da Lorenzo Rizzato, come teatro sperimentale. Si caratterizza infatti fin dall’inizio per una scelta drammaturgica innovativa e per l’uso spregiudicato, per i canoni di allora, di alcune regie – “Per 25 Metri di Fango” di I.Shaw, 1964; “La Sgualdrina Timorata” di J.P.Sartre, 1965; – “Composizione e Non, Il Serraglio, Gli Allucinogeni”, 1968 di E.M.Caserta -.
 Nel 1971, sotto la spinta di un desiderio di ulteriore rinnovamento, il T.P.R. si fonda come Centro Universitario Teatrale

Con alle spalle, da un lato l’esperienza maturata come teatro di ricerca fin dal ’64 e dall’altro la veste di rappresentante dell’Università di Padova ai festival universitari e ai convegni culturali nazionali ed internazionali, la Compagnia decide di intraprendere la strada che segnerà definitivamente il suo percorso artistico.
La funzione rappresentativa, negli ambiti teatrali universitari nazionali ed internazionali, derivava dalla efficace e costante presenza nel mondo teatrale e studentesco degli anni ’60. 

Di fatto il T.P.R. acquisì l’eredità lasciata dal Teatro dell’Università di Padova (T.U.P.) – anche grazie alla presenza di Lorenzo Rizzato, che di quello storico teatro aveva fatto parte – riempiendo un vuoto culturale che la “chiusura” del T.U.P. aveva lasciato.
L’elemento qualificante, come recita lo statuto, era ed è “l’elevazione culturale degli studenti nel campo del teatro”. Fin dalla sua fondazione il T.P.R. si è collocato nell’ambito della ricerca e della sperimentazione ed è intervenuto nel processo di evoluzione culturale della società, convinto dell’efficacia del teatro come momento di riflessione collettiva e del suo carattere di servizio sociale.
Il T.P.R. – C.U.T. ha cercato inoltre di integrare i risultati della propria ricerca con le forme di spettacolo più vicine alla sensibilità popolare come il teatro comico-grottesco, l’avanspettacolo, il circo e il melodramma. 

Dal 1964 la Compagnia ha prodotto più di 80 spettacoli; altrettanti sono stati gli autori “incontrati”, spesso al momento sconosciuti, sempre scelti sulla base di un feeling artistico/poetico – “Gli Occhi Tristi di Guglielmo Tell” di A.Sastre, 1970; “Il Rosa e il Nero” di Lewis e C.Bene, 1973; “Festa Campestre” da V.Havel, 1988; “Jacques e il Suo Padrone” di M. Kundera, 1996; “Carnefici e Vittime” dedicato all’opera di R.W. Fassbinder, 2010. 

Il T.P.R. – C.U.T. è un’Associazione culturale senza scopo di lucro, riconosciuta dalla Regione Veneto e dal Comune di Padova, fa parte del Registro comunale delle libere forme associative. E’ socio fondatore della Cooperativa di Impresa Sociale TOP (Teatri Off Padova), che riunisce tre tra le più significative realtà teatrali del territorio. 

Il T.P.R. – C.U.T. è saldamente presente nel territorio padovano, anche grazie ai numerosi laboratori teatrali che lo vedono impegnato. Dal 1980, infatti, organizza laboratori teatrali per studenti universitari in collaborazione con l’Università di Padova e con singoli Dipartimenti. Lavora, inoltre, all’interno di alcune scuole medie inferiori e superiori della città e della provincia. 

Il C.U.T. propone, inoltre, cicli di laboratori e seminari periodici con artisti professionisti. 

Dal 2008 ha sviluppato un’importante collaborazione con l’Università di Padova, che prevede la collaborazione per specifici progetti di formazione e divulgazione della cultura teatrale soprattutto in lingua straniera.

Questa collaborazione che si sviluppa principalmente con il DIPARTIMENTO DI STUDI LINGUISTICI E LETTERARI – DISLL, consente a centinaia di studenti universitari di partecipare a laboratori teatrali in lingua straniera, seminari, convegni, ecc. . Dal 2011 è attivo anche un laboratorio teatrale in italiano rivolto specificatamente agli studenti ERASMUS. 

Dal 1999 l’Associazione collabora con l’Azienda ULSS 16 di Padova per attività teatrali di supporto nella cura delle persone affette da problematiche psichiche. Questa attività rappresenta un’eccellenza rispetto ad altre simili a livello nazionale. Nel 2010 e nel 2011 questa attività ha coinvolto, con ottimi risultati, anche l’Unità Operativa Autonoma di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza. 

Ogni anno solo l’attività laboratoriale del T.P.R.-C.U.T. coinvolge circa più di un centinaio di persone, tra adulti e studenti.